Terapia della ricreazione / terapia dell'attivazione
Per pazienti > Offerta terapeutica > Terapia della ricreazione / terapia dell'attivazione

Ripristino grazie a gioco e divertimento

La terapia ricreativa o di attivazione considera la persona nella sua totalità. La parola "ricreazione" deriva dal verbo latino "recreare" = ripristinare. Significa riposo, tempo libero, hobby, gioco, divertimento e occupazione ragionevole del tempo.

I nostri pazienti godono della possibilità di provare e riattivare le proprie forze/risorse individuali, creative e sociali. La terapia della ricreazione offre input e idee per trovare nuove e ragionevoli attività del tempo libero e per utilizzare le risorse.

Essa consente di aiutare e di acquisire capacità fisiche, affettive, cognitive e sociali. La ricreazione stimola l'implementazione di ciò che è stato imparato. È un'attività interdisciplinare che integra in modo collaborativo altre terapie. Molti pazienti apprezzano la possibilità di potere coltivare un hobby oppure di impararne uno nuovo. Altri trovano benfica la strutturazione della giornata, si rilassano e si sentono meglio. La terapia ricreativa, inoltre, distrae dalla malattia. Si ha tempo per l'arte, esperienze positive, gioia e divertimento. Ciò consente anche di migliorare l'autostima.


 

Offerta relativa alle terapie ricreative e/o di attivazione

Primo colloquio

Durante il primo colloqui sono chiariti la struttura della giornata, i comportamenti del tempo libero, l'ambiente sociale, le modalità di integrazione e discussi gli obiettivi realizzabili.

Terapia individuale

I pazienti che hanno una autonomia minima e non sono in grado di stare in gruppo sono aiutati e stimolati in un setting 1 a 1 a sviluppare capacità creative e artistiche.

Gruppo di creatività

Nel gruppo di creatività si agisce seguendo il motto "introduzione e accompagnamento". Sono provati strumenti ausiliari e tecniche per lavori individuali in ambito creativo-artigianale (p. es. pittura di seta, materia evetro, encaustica, produzione di gioielli, pirografia e lavoro della pietra ollare). I colori, le forme e i materiali consentono di risvegliare motivazioni e interessi, di accedere alle risorse e forniscono la possibilità di fare ed elaborare lavori in casa. Il tutto secondo la parola d'ordine per la quale non conta produrre ma fare esperienza.  

Pittura

Nel gruppo si svolgono esperimenti tematici e si sperimentano materiali, colori e tecniche. I pazienti imparano ad esprimersi con la pittura e possono osservare la propria situazione da un'altra prospettiva.

Gioco

Grazie a differenti giochi societari e di carte sono attivati resistenza, memoria, attività di gruppo, comportamento sociale e concentrazione.

Ballo

Nel gruppo di ballo viene stimolata la capacità di muoversi nuovamente completamente. Il paziente, percependo i movimenti spontanei, impara ad accettare meglio il proprio corpo. Sono stimolate, accanto all'equilibrio e alla coordinazione, le percezioni non verbali e le pratiche sociali.

Canto

Il gruppo di canto è aperto a tutti coloro che cantano volentieri. Nel gruppo non è importante l'abitità nel canto, bensì la ricerca del coraggio di far sentire la propria voce.

Suono del tamburo

Con Djembe, conga e strumenti a percussione si suona e improvvisa. Lo scopo è quello di stimolare coordinazione, concentrazione, ritmo, presenza e comportamento all'interno di un gruppo sociale

Eventi

La terapia ricreativa e/o di attivazione prevede l'organizzazione di differenti eventi e serate di divertimento (concerti, teatro, conferenze, gioco degli scacchi e attività collegate al periodo dell'anno). Altri eventi di IDEM sono coordinati attraverso il gruppo di terapia ricreativa e/o di attivazione. Il volontari di IDEM (Im Dienste eines Menschen - Al servizio della persona) promuovono diverse attività con i pazienti (giochi serali, passeggiate, minigolf).