Logopedia
Per i prescrittori > Offerta terapeutica > Logopedia

Trattamento di disturbi di linguaggio, voce e deglutizione

Il settore di competenza del team di logopedisti comprende l'accertamento e il trattamento di disturbi del linguaggio centrale acquisiti e di disturbi alla voce e di deglutizione, di origine neurologica o oncologica. Il nostro scopo è quello di migliorare la qualità di vita del paziente attraverso una sua migliore partecipazione alla quotidianità. L'ottimizzazione delle capacità di linguaggio e comunicative, lo sviluppo di possibilità espressive non verbali e/o il miglioramento delle funzioni digestive sono possibili contenuti della terapia.

La consulenza a favore dei familiari e il loro accompagnamento fanno pure parte del campo di competenza della terapia, affinché sia resa possibile la migliore comunicazione tra il paziente e le sue persone di riferimento nella vita quotidiana I nostri logopedisti, dopo il soggiorno di riabilitazione in reparto, organizzano il trattamento a domicilio del paziente.

Le domande relative ai pazienti e le tematiche di natura logopedica sono discusse nell'ambito di un gruppo paritario con colleghe praticanti esperte e logopedisti di altri istituti.

Il nostro reparto di logoterapia offre anche borse di studio per studenti e mette a disposizione differenti luoghi in cui è possibile studiare in Svizzera e all'estero.

 

 

Compiti principali della logopedia

Afasie (disturbi del linguaggio)

Le afasie sono disturbi acquisiti del linguaggio che compaiono a seguito di un danno al cervello, p. es. dopo un ictus, una commozione celebrale, un tumore al cervello, malattie degenerative o infiammazioni del cervello. In caso di afasie è colpito l'intero sistema del linguaggio. I pazienti, a seconda dell'estensione e della gravità della malattia, potranno avere problemi di comprensione nella lingua parlata e / o scritta e difficoltà nel leggere e scrivere.

Trattamento:
la terapia è individuale e basata sul singolo paziente e sul suo quadro specifico dei disturbi. Da una parte sono trattate le funzioni danneggiate del linguaggio, mentre dall'altra sono individuate strategie di compensazione che rendoao possibile o favoriscano la comunicazione quotidiana del paziente. La terapia ha luogo principalmente come trattamento individuale partendo dall'accertamento di tutte le funzioni del linguaggio. 

Terapia orientata alla quotidianità (TAQ)
Nella TAQ viene preparato il ritorno alla quotidianità. Questa forma di terapia rende possibile all'afasico di provare a fissare insieme ai terapeuti le strategie di comunicazione elaborate durante la logopedia in una situazione reale.

 

 

Disartria (disturbi del linguaggio)

I pazienti che soffrono di disartria a seguito di un danno centrale o periferico del sistema nervoso non sono più in grado di compiere o guidare esattamente i movimenti necessari al linguaggio. I disturbi al linguaggio possono riguardare la respirazione, la fonazione, la melodia e il ritmo (prosodia), la risonanza e la produzione di suoni (articolazione). La comunicazione orale, in questo modo, è per i pazienti disartrici limitata a causa della modificazione del livello del suono, del ritmo del linguaggio, della voce o a causa di una articolazione non chiara.

Trattamento:
lo scopo della terapia logopedica, dopo una diagnosi approfondita, è quello di migliorare le funzioni danneggiate o di ottimizzare il coordinamento di tali funzioni per consentire una parlata che non si fa notare e ben comprensibile. Se le capacità comunicative relative al livello del suono del paziente sono fortemente limitate o completamente perdute dovrà essere valutato l'impiego di strumenti ausiliari di comunicazione alternativi. Potrà essere utilizzata una semplice lavagna con lettere o un'apparecchiatura elettronica con display e emissione sintetizzata delle parole.

 

 

Disfonie (disturbi della voce)

Le caratteristiche principali dei disturbi della voce sono date dal differente suono della voce e dalla riduzione delle sue capacità. I disturbi della voce possono avere cause fisiche o insorgere a causa di un utilizzo sbagliato della voce. Anche le situazioni di stress possono influenzare la funzione della voce.

Trattamento:
la visita di un otorinolaringoiatria per valutare la funzione della voce ed eventualmente quella di uno specialista della voce (foniatra) è necessaria per determinare le cause del disturbo e i provvedimenti terapeutici. Non tutti i disturbi alla voce possono essere trattati con la logopedia. Nella terapia logopedica lavoriamo, utilizzando metodi differenti, sulle tensioni del corpo, posizione, respiro, emissione vocale e costruzione del suono per normalizzare la voce e aumentare le sue capacità di carico.

 

 

Disfagie (disturbi nella deglutizione)

La disfagia è un disturbo della deglutizione che si verifica bevendo, assumendo cibi solidi o deglutendo la propria saliva

Trattamento:
innanzitutto è esaminato dai logopedisti tutto il processo di deglutizione. In caso di necessità sarà quindi effettuata un'indagine endoscopica da parte di un medico specialista esperto. Lo scopo del trattamento è quello di rendere il paziente in grado, in parte (e, nei casi più favorevoli, in tutto) di potersi alimentare di nuovo normalmente per recuperare una parte della sua qualità di vita e autonomia. Alcuni pazienti necessitano di una alimentazione particolare, di dispositivi ausiliari adattati individualmente o devono utilizzare una particolare tecnica di deglutizione che viene elaborata insieme alla terapia. 

Gestione cannule tracheali

In caso di disturbi della deglutizione particolarmente forti o problemi con la respirazione è necessario dotare i pazienti di una cannula tracheale. Si tratta di un "tubicino" che viene inserito nella trachea attraverso un suo taglio. Esso facilita la respirazione e offre una certa tutela al momanto della deglutizione dall'accesso di alimenti, liquidi e / o saliva nelle vie respiratorie interne. Lo scopo della terapia logopedica è il miglioramento delle funzioni di deglutizione e del respiro. Anche in questo caso il punto centrale della terapia è il miglioramento della qualità della vita. Nella maggior parte dei casi le cannule tracheali possono essere tolte nel corso del trattamento di riabilitazione.